CREA - Centro di Ricerca e Ambulatori

CREA - Centro di Ricerca E Ambulatori è un progetto di ricerca scientifica e di evoluzione scientifico - culturale per la Fondazione San Sebastiano della Misericordia di Firenze.




Archivio News

news

04/04/2022
Giornata Mondiale della Consapevolezza dell'Autismo 2022



02/06/2021
X INFO-DAY CREA - giovedì 3 giugno 2021



24/05/2021
Web-Conference organizzato dall'Istituto Superiore di Sanità: 25 Maggio 2021 - ore 14.00



02/04/2021
Consapevolezza 2021 - Diretta Facebook ore 11-13



24/02/2021
Congresso Nazionale SOPSI - 24-27 febbraio 2021




 
10/08/2012

USO DEI FARMACI PSICOATTIVI NEGLI ADULTI CON DISABILITÀ INTELLETTIVA: RISULTATI INCORAGGIANTI DA UN RECENTISSIMO STUDIO AMERICANO

Fino ad oggi la letteratura scientifica sull'utilizzo dei farmaci psicoattivi nelle persone con Disabilità Intellettiva (DI) ha sempre indicato la presenza di criteri approssimativi ed estremamente variabili. Le terapie sono state prescritte prevalentemente per gestire i comportamenti problema.
Alcune importanti novità arrivano da un recente studio condotto su 4069 adulti con DI e disturbi dello spettro autistico dello Stato di New York. Qui la metà delle prescrizioni è risultata motivata dalla presenza di un disturbo psichiatrico principale, il 13% dalla necessità di controllare gravi comportamenti problema e il 38% da una combinazione di queste due diagnosi.
La frequenza di prescrizioni è risultata simile a quella di studi precedenti: il 58% (2,361/4,069) ha ricevuto uno o più farmaci psicotropi. Altre novità positive invece per il tipo di farmaco scelto: il 6% è stato trattato con un antipsicotico tipico, il 39% con un atipico, il 23% con antidepressivi, il 19% con stabilizzatori dell'umore, il 16% con antiansia e solo l' 1-2% con anti-impulsivi, stimolanti e ipnotici.
I risultati di questo studio su larga scala, condotto dal dottor Tsiouris e dai suoi collaboratori dell'Istituto dello Stato di New York per la Ricerca di Base nelle Disabilità dello Sviluppo, indicano dunque che nella popolazione con disabilità intellettiva la presenza di un disturbo psichiatrico principale, ad eccezione dei disturbi d'ansia e dell'autismo, influenza l'uso e la quantità di farmaci psicotropi. Un altro dato importante e che gli antipsicotici, pur risultando ancora i farmaci più prescritti, stanno lasciando spazio ad altre classi. Ciò che più conta è che i clinici stanno imparando ad utilizzare i farmaci psicotropi principalmente per trattare disturbi psichiatrici correttamente diagnosticati e non solo per controllare comportamenti aggressivi, il che suggerisce che la pratica psichiatrica evidence-based sta acquisendo importanza crescente anche nell'ambito della disabilità intellettiva.
È auspicabile che dati simili possano venir rilevati presto anche in Italia.

RIFERIMENTI

Tsiouris JA, Kim SY, Brown WT, Pettinger J, Cohen IL. Prevalence of Psychotropic Drug Use in Adults with Intellectual Disability: Positive and Negative Findings from a Large Scale Study. J Autism Dev Disord. 2012 Jul 25. [Epub ahead of print]



Marco O. Bertelli