CREA - Centro di Ricerca e Ambulatori

CREA - Centro di Ricerca E Ambulatori è un progetto di ricerca scientifica e di evoluzione scientifico - culturale per la Fondazione San Sebastiano della Misericordia di Firenze.




Archivio News

news

04/04/2022
Giornata Mondiale della Consapevolezza dell'Autismo 2022



02/06/2021
X INFO-DAY CREA - giovedì 3 giugno 2021



24/05/2021
Web-Conference organizzato dall'Istituto Superiore di Sanità: 25 Maggio 2021 - ore 14.00



02/04/2021
Consapevolezza 2021 - Diretta Facebook ore 11-13



24/02/2021
Congresso Nazionale SOPSI - 24-27 febbraio 2021




 
06/03/2014

NUOVI APPROCCI TECNOLOGICI A SOSTEGNO DELL'ACCESSIBILITÀ DELLA COMUNITÀ PER PERSONE CON DISABILITÀ INTELLETTIVE E COGNITIVE

Il concetto di accessibilità della comunità in riferimento a persone con Disabilità Intellettive (DI) e cognitive presenta problematicità e limitazioni cui finora in ambito scientifico è stata rivolta poca attenzione. Nuovi sviluppi nell’ambito della ricerca hanno dimostrato tuttavia come l’utilizzo di specifiche tecnologie possa offrire opportunità per il superamento di tali ostacoli e quindi sostenere le esigenze di mobilità autonoma di questa popolazione. Queste proposte coinvolgono sia approcci basati su istruzioni video computerizzate (Computer-Based Video Instructions; CBVI), applicati principalmente alla scelta dei mezzi di trasporto pubblici o all'orientamento all'interno di locali pubblici, sia sistemi satellitari GPS (Global Positioning System), a supporto dello spostamento nelle strade e negli spazi aperti.
Nel 2010, all'interno di un progetto denominato 'mobilità per tutti', alcuni ricercatori del Cognitive Levers dell'Università del Colorado hanno sviluppato un apparecchio in grado di collegarsi col sistema GPS dei mezzi pubblici e fornire chiare indicazioni audio o video su linee, percorsi e fermate. Da allora molti 'assistenti digitali personali' simili sono stati ideati e testati con successo, non solo rispetto all'utilizzo dei mezzi di trasporto ma anche per la decodifica o l'aggiramento di segnali, cartelli indicatori o pannelli interattivi presenti nei luoghi pubblici.
Una recente revisione della letteratura condotta da Steven Stock dell'AbleLink Technologies di Colorado Springs, da Yves Lachapelle dell'Università del Quebec e da altri collaboratori dell'Università del Kansas, sembra dimostrare che questi strumenti e queste tecniche sono in grado di agevolare significativamente l’accesso alle risorse e ai servizi della collettività da parte delle persone con DI. Gli autori riportano anche i dettagli dell'esperienza di altri ricercatori canadesi su Joel, un diciannovenne con sindrome di Down, che, con un breve corso di formazione, ha saputo utilizzare dei programmi inseriti nel suo telefono cellulare per raggiungere autonomamente per la prima volta l'appartamento della sorella, la libreria nazionale e due negozi.
I risultati sostengono l'utilità di di proseguire nella ricerca di nuove tecniche per agevolare la “partecipazione alla comunità” da parte di persone con disabilità cognitive e intellettive. Un approccio interdisciplinare ed un approfondimento del rapporto con l'urbanistica sembrano poter offrire contributi innovativi particolarmente importanti.
Il LaGeS (Laboratorio di Geografia Sociale) dell'Università degli Studi di Firenze, sta già conducendo, col supporto del CREA e del progetto Itaca, una ricerca su questi aspetti. Nella fattispecie vengono analizzate le dimensioni sociale e cognitiva dell’esperienza di persone con grave disagio mentale nell'interazione con lo habitat urbano.

RIFERIMENTI
-D.K. Davies and S.E. Stock, Development and Evaluation of a Location Based Multimedia System for Providing Access to Information in Community Settings for Students and Adults with Intellectual Disabilities, Phase I Final Project Report submitted to the US Department of Education, 31 Mar 2009
- L. Demers, R. Weiss-Lambrou and B. Ska, The Quebec User Evaluation of Satisfaction with Assistive Technology (QUEST 2.0): An overview and recent progress, Technology and Disability 14 (2002), 101–105.
- G. Minkowan, Effectiveness of using computer-based video instruction (CBVI) in teaching the location of grocery items to students with intellectual disabilities, PhD diss., University of Iowa, 2013. http://ir.uiowa.edu/etd/2506
- L. Mechling and E. O’Brien, Computer-Based Video Instruction to Teach Students with Intellectual Disabilities to Use Public Bus Transportation, Education and Training in Autism and Developmental Disabilities 45(2) (2010), 230–241.
- J. Sullivan, Mobility-for-All: Community Access through Intelligent Mass Transportation Systems. http://l3d.cs.colorado.edu/clever/assets/flyer/mfa.pdf on 22 June 2010.
- M.L. Verdonschot, L.P. de Witte, E. Reichrath, W.E. Buntinx and L.G. Curfs, Community Participation of People with an Intellectual Disability: A Review of Empirical Findings, Journal of Intellectual Disability Research 53(4) (2009), 303–318.



Elisa Rondini e Marco O. Bertelli