CREA - Centro di Ricerca e Ambulatori

CREA - Centro di Ricerca E Ambulatori è un progetto di ricerca scientifica e di evoluzione scientifico - culturale per la Fondazione San Sebastiano della Misericordia di Firenze.




Archivio News

news

04/04/2022
Giornata Mondiale della Consapevolezza dell'Autismo 2022



02/06/2021
X INFO-DAY CREA - giovedì 3 giugno 2021



24/05/2021
Web-Conference organizzato dall'Istituto Superiore di Sanità: 25 Maggio 2021 - ore 14.00



02/04/2021
Consapevolezza 2021 - Diretta Facebook ore 11-13



24/02/2021
Congresso Nazionale SOPSI - 24-27 febbraio 2021




 
20/11/2010

LA DISABILITÀ INTELLETTIVA: EPIDEMIOLOGIA

La prevalenza (numero di casi di malattia sul numero di persone esistenti) della Disabilità Intellettiva (DI), ex Ritardo Mentale, è stimata tra l’1 e il 2,5 %, l’incidenza (numero di nuovi casi in un anno) intorno all’1,8%.
Dati recenti indicano una riduzione del tasso di prevalenza di DI solo nelle società occidentali, mentre una tendenza opposta è individuabile in tutti a reddito medio-basso. In paesi a maggior sviluppo, come la Finlandia o i Paesi Bassi, la prevalenza di DI è attualmente inferiore all’1% mentre si arriva al 6% in alcuni paesi dell’Est europeo. Anche nei contesti più fortunati, gli indici di morbilità rimangono nettamente superiori a quelli della schizofrenia o del disturbo bipolare, tanto per non uscire dall’ambito delle condizioni neuropsichiatriche.
Fattori ambientali, come l’esposizione al piombo, la carenza di ferro o la malnutrizione, problemi perinatali e molte altre condizioni non genetiche sembrano avere in queste aree geografiche un ruolo patogenetico prevalente.
La mancanza di dati epidemiologici adeguati e condivisi è stato uno dei motivi principali di esclusione anche dall’ultimo studio condotto dall’Organizzazione Mondiale di sanità e dalla World Bank Burden of Disease, con le conseguenze che la DI occupa ancora oggi una posizione di rilievo tra i “problemi nascosti” della salute mondiale ed il divario tra offerta di servizi e bisogni insoddisfatti è diventato incalcolabile.
L’Atlante WHO per la DI, di recentissima pubblicazione, rappresenta di fatto la prima occhiata generale che il mondo dà a questo problema. È il primo rapporto completo sulle risorse e sulle condizioni di cura in 170 paesi del mondo. Fornisce un’ampia descrizione della terminologia, dell’uso dei sistemi di classificazione, dell’organizzazione dei finanziamenti, dei modelli di assistenza, delle legislazioni, della diffusione di conoscenza, della formazione, nonché del ruolo delle organizzazioni nazionali e internazionali, delle fonti di informazione e della ricerca.

RIFERIMENTI
WHO. Atlas: global resources for persons with intellectual disabilities. World Health Organization, Geneva, 2007.



Marco O. Bertelli