CREA - Centro di Ricerca e Ambulatori

CREA - Centro di Ricerca E Ambulatori è un progetto di ricerca scientifica e di evoluzione scientifico - culturale per la Fondazione San Sebastiano della Misericordia di Firenze.




Archivio News

news

04/04/2022
Giornata Mondiale della Consapevolezza dell'Autismo 2022



02/06/2021
X INFO-DAY CREA - giovedì 3 giugno 2021



24/05/2021
Web-Conference organizzato dall'Istituto Superiore di Sanità: 25 Maggio 2021 - ore 14.00



02/04/2021
Consapevolezza 2021 - Diretta Facebook ore 11-13



24/02/2021
Congresso Nazionale SOPSI - 24-27 febbraio 2021




 
11/03/2011

VARIAZIONI DEL NUMERO DI COPIE GENICHE NELLA SCHIZOFRENIA E NEI DISTURBI DELLO SVILUPPO INTELLETTIVO E RELAZIONALE

Tra le cause della schizofrenia quelle genetiche stanno assumendo importanza crescente. Dalla letteratura emerge come mutazioni rare del genoma correlino con un elevato rischio di malattia. Tra queste le Variazioni del Numero di Copie [Copy Number Variations (CNVs)] meritano particolar attenzione. Le CNVs sono polimorfismi della lunghezza del DNA e sono dovute al ripetersi delle copie di un gene in numero diverso da quello della maggior parte degli individui.
L’identificazione degli specifici geni coinvolti nelle CNVs della schizofrenia è ancora in corso. Levinson e colleghi, grazie alla collaborazione tra numerosi istituti di ricerca localizzati in Stati Uniti, Inghilterra e Australia, hanno indagato le CNVs del genoma di 3945 soggetti affetti da schizofrenia o da disturbo schizoaffettivo e le hanno confrontate con quelle di 3611 controlli. La ricerca ha confermato i dati presenti in letteratura, che riportavano una forte associazione tra schizofrenia e delezioni dei tratti cromosomici 1q21.1, 15q13.3, 22q11.21 e dell’esone NRXN1, quest'ultimo codificante la neurexina. Sono ste anche confermate le associazioni con duplicazioni del tratto cromosomico 16p11.2. È noto da tempo come la neurexina sia una proteina coinvolta nel funzionamento delle reti nervose cerebrali.
Sono state evidenziate nuove forti associazioni: delezioni del cromosoma 3q29 (21 geni, da TFRC a BDH1), duplicazioni esoniche del gene per il recettore 2 del peptide vasoattivo intestinale (VIPR2) e del gene C16orf72. Il peptide vasoattivo intestinale ha ruoli differenti a seconda delle differenti parti del corpo in cui agisce. Nell'intestino stimola la motilità, nel sistema nervoso centrale e in qualche nervo autonomo sembra svolgere tante funzioni diverse, molte ancora da chiarire. Sembra coinvolto nella regolazione dei ritmi biologici e dello sviluppo del cervello.
Tutte le CNVs sopra elencate erano state già evidenziate in soggetti con Ritardo Mentale, da lieve a moderato, con Disturbi dello Spettro Autistico e con Epilessia.
I risultati sostengono l'ipotesi, già formulata in precedenti contributi del CREA, che la schizofrenia, il ritardo mentale e i disturbi pervasivi dello sviluppo condividano alterazioni dei processi di sviluppo del sistema nervoso centrale.

RIFERIMENTI

- Levinson DF, Duan J, Oh S, Wang K, Sanders AR, Shi J, Zhang N, Mowry BJ, Olincy A, Amin F, Cloninger CR, Silverman JM, Buccola NG, Byerley WF, Black DW, Kendler KS, Freedman R, Dudbridge F, Pe'er I, Hakonarson H, Bergen SE, Fanous AH, Holmans PA, Gejman PV. Copy Number Variants in Schizophrenia: Confirmation of Five Previous Findings and New Evidence for 3q29 Microdeletions and VIPR2 Duplications. Am J Psychiatry. 2011 Mar;168(3):302-16.



Micaela Piva Merli e Marco O. Bertelli