CREA - Centro di Ricerca e Ambulatori

CREA - Centro di Ricerca E Ambulatori è un progetto di ricerca scientifica e di evoluzione scientifico - culturale per la Fondazione San Sebastiano della Misericordia di Firenze.




Archivio News

news

02/06/2021
X INFO-DAY CREA - giovedì 3 giugno 2021



24/05/2021
Web-Conference organizzato dall'Istituto Superiore di Sanità: 25 Maggio 2021 - ore 14.00



02/04/2021
Consapevolezza 2021 - Diretta Facebook ore 11-13



24/02/2021
Congresso Nazionale SOPSI - 24-27 febbraio 2021



21/09/2020
AUTISMO E DEPRESSIONE POST-COVID - 8 ottobre 2020




 
30/07/2009

DISTURBI PRIMARI NELLE SINDROMI INCLUDENTI DISABILITÀ INTELLETTIVA

Come quelli psichiatrici, anche i disturbi organici (o somatici) sono più frequenti nelle persone con Disabilità Intellettiva (DI) che nella popolazione generale.
Le cause sono rintracciabili in una maggiore vulnerabilità, legata a sua volta ad un lungo elenco di fattori fra cui l’inadeguatezza delle risorse sanitarie, le difficoltà di igiene, le alterazioni morfo-funzionali congenite ed i disturbi comportamentali. Per gli stessi motivi sussiste anche una maggiore sensibilità agli effetti indesiderati dei farmaci e degli altri interventi terapeutici.
Le condizioni mediche più frequentemente osservabili nelle persone con DI sono le seguenti:
• problemi della vista 23-25%;
• ipoacusia 3-24%;
• patologie dentarie 11-27%;
• epilessia 21-34%;
• disturbi psichiatrici 10-14%;
• problemi comportamentali (11-37%).
Le problematiche di gestione e prevenzione dei disturbi primari delle sindromi con DI sono inquadrabili in tre gruppi principali:
a) condizioni mediche non trattate ma trattabili, sia di bassa gravità, come l'iperproduzione di cerume (comune nella sindrome di Down) o la dermatite, che di maggior rilievo prognostico, come masse polmonari o gravi aritmie cardiache;
b) problemi di salute non trattati legati a sindromi specifiche, come la mancanza di controlli sistematici della funzionalità tiroidea nella persona con sindrome di Down (ad alta frequenza di ipotiroidismo);
c) scarsa considerazione alla promozione generica (non mirata) della salute, come l'omissione di procedure di controllo periodico, dal peso o la pressione arteriosa fino alla mammografia o al pap test.

BIBLIOGRAFIA
Cooper SA, Smiley E, Morrison J, Williamson A, Allan L. Mental ill-health in adults with intellectual disabilities: prevalence and associated factors. Br J Psychiatry 2007:27-35.
Evenhuis HM, Sjoukes L, Koot H, Kooijman AC. Does visual impairment lead to additional disability in adults with intellectual disabilities? J Appl Res Intellect Disabil (in press).
Matthews T, Weston N, Baxter H, Felce D, Kerr M. A general practice-based prevalence study of epilepsy among adults with intellectual disabilities and of its association with psychiatric disorder, behaviour disturbance and carer stress. J Intellect Disabil Res 2008;52(pt 2):163-73.
Prasher V, Gomez G. Natural history of thyroid function in adults with Down syndrome—10-year follow-up study. J Intellect Disabil Res 2007;51(pt 4):312-7.
Salvador-Carulla L., Rodriguez-Blazquez C., Martorell A. Intellectual disability: an approach from the health sciences perspective. Salud Publica Mex 2008; 50 suppl 2: 142-150
Van-Schrojenstein-Lantman-De-Valk HM, Metsemakers JF, Haveman MJ, Crebolder HF. Health problems in people with intellectual disability in general practice: a comparative study. Fam Pract 2000;17:405-7.
Van Schrojenstein Lantman-de Valk H.M.J., Walsh P. N. Managing health problems in people with intellectual disabilities. Student BMJ 2009;17:b473
 

 

 



Marco Bertelli